giovedì 28 settembre 2017

LA PARROCCHIA DEL SAN FRANCESCO E’ IN FESTA

Con sabato 30 settembre, infatti, inizia una serie di eventi religiosi, culturali, musicali ed artistici che culminerà con la celebrazione del 4 ottobre alle 18,30 Solennità di San Francesco d'Assisi Patrono d’Italia.

Il primo appuntamento del 30 settembre è alle 17, in chiesa, dove la San Michele ed Orlando di Lasso Ensemble, diretta dal maestro Gaetano Schipani, eseguirà alcuni brani dal Laudario di Cortona, primo documento noto di volgare italiano posto in musica, XIII sec. Conosciuto come codice 91 dell'Accademia Etrusca di Cortona, appartenente a una confraternita laico-religiosa molto vicina ai francescani.

Seguirà una lettura della splendida Croce sopra l’altare della chiesa, attribuita a Guido di Graziano del XIII secolo, a cura del professor Antonio Paolucci, storico d'arte di fama internazionale, che di certo non ha bisogno di tante presentazioni, già ministro per i beni culturali, soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, direttore degli Ufizzi e dei Musei Vaticani.

Sia la Croce dipinta sia il Laudario di Cortona, ambedue della fine del ' 1200, portano racchiuse in sé la lettura francescana dell'esistenza, quale esperienza spirituale di San Francesco che nei secoli poi si manifesterà nelle varie espressioni artistiche, sociali e politiche dell'uomo.

Alle 19 monsignor Rodolfo Cetoloni, vescovo di Grosseto celebrerà la Santa Messa, al termine della quale, sarà l’inaugurata nel chiostro la mostra missionaria, a cura del Centro missionaria, dopo la “Cena Francescana”.  Ma non sarà il solito pasto, bensì un vero salto nel passato e nella storia dei frati di Francesco e il cibo sarà la “chiave” per entrarci.
 Il chiostro, per una sera, sarà trasformato in un antico convento e figuranti in costume serviranno piatti semplici, ma gustosi, ricette sottratte ai cuochi francescani che più che affidarsi alla tradizione culinaria, usavano estro e fantasia con il poco che la loro umile dispensa metteva a disposizione, frutto della questua. La cena è organizzata dalla Obiettivo Francesco onlus e l’intero incasso sarà devoluto alle missioni francescane. Per chi volesse partecipare alla “Cena francescana”deve prenotarsi rivolgendosi ai frati del San Francesco (20 euro a persona).

A finire, alle 21,30, si esibirà la Polifonia del Cinquecento G.P da Palestrina T.L. Victoria, sempre diretta dal maestro Gaetano Schipani.

Domenica primo ottobre, lunedì 2 e martedì 3, alle 17,30, si celebrerà il triduo, momento di preghiera e meditazione, per prepararsi alla Solennità di San Francesco e sempre martedì, ma alle 21,15, il gruppo dei giovani del corso di teatro, tenuto da Fabio Cicaloni,  ricostruiranno alcuni momenti significativi della vita del Santo di Assisi. Sarà un modo suggestivo ed emozionante per comprendere meglio il suo itinerario spirituale e la sua relazione con Dio fino al momento del transito, cioè il passaggio da questa vita a quella eterna, la sera del 3 ottobre del 1226, a Santa Maria della Porziuncola, quando Francesco si abbandona tra le braccia di “Sorella morte” lodando il suo Signore. 
Infine il 4 ottobre alle 18,30 si terrà la solenne celebrazione presieduta da monsignor Cetoloni alla presenza delle autorità.



Nessun commento:

Posta un commento

Invia il tuo commento